Novità su cumulo dei periodi di assicurazione maturati all’estero

esteroLa Legge 29 luglio 2015, n. 115 ha introdotto la facoltà di cumulo dei periodi assicurativi maturati presso organizzazioni internazionali derivanti da rapporti di lavoro dipendente svolti nel territorio dell’Unione europea o della Confederazione svizzera con quelli maturati presso determinate gestioni previdenziali italiane.
Il personale dipendente da organismi internazionali viene ammesso a fruire di tutela previdenziale a carico di regimi speciali a statuto internazionale.
La Circolare INPS n. 71 dell’11 aprile 2017 chiarisce le procedure operative da seguire per il cumulo dei periodi di assicurazione maturati presso organizzazioni internazionali laddove per “periodi
assicurativi” devono intendersi i periodi comunque coperti da contribuzione.

I destinatari di tali disposizioni sono:

  • i cittadini dell’Unione europea, compresa la Svizzera e i Paesi SEE, i cittadini di Paesi extracomunitari regolarmente soggiornanti nell’Unione europea e i beneficiari di protezione internazionale;
  • i cittadini come sopra individuati, che hanno lavorato presso organizzazioni internazionali nel territorio dell’Unione europea o della Svizzera.

La facoltà di cumulo è esercitabile dai soggetti che, in Italia, siano o siano stati iscritti ad una o più delle seguenti gestioni previdenziali:

  • fondo pensioni lavoratori dipendenti;
  • gestioni speciali dei lavoratori autonomi;
  • gestione separata di cui all’articolo 2, comma 26, della Legge n. 335/1995;
  • gestioni sostitutive ed esclusive dell’assicurazione generale obbligatoria;
  • regimi previdenziali degli enti privatizzati gestori delle forme di previdenza obbligatoria in favore dei liberi professionisti disciplinati dal D. Lgs. n. 103/1996 e dal D. Lgs. n. 509/1994.

Il cumulo può essere richiesto, se necessario per il conseguimento del diritto alla pensione di vecchiaia, invalidità e superstiti, purché la durata totale dei periodi di assicurazione maturati ai sensi
della legislazione italiana sia almeno di 52 settimane e a condizione che i periodi da cumulare non si sovrappongano.

 

Per maggiori informazioni, rivolgiti alla sede del Patronato ANMIL più vicina o contatta il numero verde 800 180943.

 

Torna alle news