Home

Il Patronato ANMIL ha attivato un numero verde gratuito per te


 

Informazioni dall'ANMIL

Benvenuti sul sito del Patronato ANMIL
Stampa E-mail

In Evidenza



I nuovi requisiti degli istituti di Patronato dopo la Legge di Stabilità


Le modifiche che la Legge di Stabilità 2015 ha apportato alla disciplina dei Patronati (definita nella legge 152/2001) ci ha visti da subito impegnati in una serie di adempimenti che ci hanno portano ad adeguarci in tempi rapidi alle nuove norme; in particolare il nostro patronato si è tempestivamente attivato e impegnato ad estendere la propria struttura organizzativa nei paesi esteri. La norma infatti ci chiedeva l’apertura di sedi in almeno otto paesi esteri entro il 30 giugno di quest’anno.
La legge di stabilità ha in più affidato al governo anche la predisposizione di decreti che, secondo il Ministero del Lavoro, rafforzeranno il ruolo degli istituti di patronato e di assistenza sociale come soggetti privilegiati nei rapporti con enti privati e pubblici, in grado di offrire il proprio contributo informativo, di consulenza e di assistenza tecnica in varie materie: previdenza e assistenza sociale, diritto del lavoro, sanità, diritto di famiglia, fisco, tutela e sicurezza sul lavoro. Il decreto emanato il 4 giugno scorso “decreto qualità” prosegue nel percorso legando in modo più esplicito la ripartizione del finanziamento dei patronati alla qualità dei servizi prestati dagli stessi.
Sono dodici gli indicatori che fanno riferimento a tre aree di valutazione: l'attività svolta; il personale impiegato; l'organizzazione.
Rapporto tra numero di interventi totali e quelli con esito positivo; tempestività nel pagamento degli stipendi e dei contributi; tenuta degli archivi e stabilità del numero di sedi sul territorio, sono alcuni dei parametri che verranno utilizzati per misurare gli standard qualitativi dei patronati, contenuti nel decreto direttoriale 4 giugno 2015 e sua successiva circolare applicativa. Indicazioni, riteniamo, condivisibili e, peraltro, già attuate dalla nostra organizzazione abituata, come prassi, nella sua storia, a lavorare con la massima correttezza nei confronti sia dei collaboratori sia del personale. Il decreto quindi è un utile strumento per garantire un migliore servizio ai cittadini ma soprattutto una maggiore trasparenza degli istituti stessi: è importante, infatti, che venga spostata l'attenzione su come viene svolta l'azione dei patronati, sulla qualità delle prestazioni, sulla formazione del personale e sulle strutture: pensiamo che tutta l'azione debba avere come obiettivo finale le persone, gli utenti, affinché possano far valere i loro diritti e possano accedere con soddisfazione ai servizi.

Novità in Approfondimenti: La nuova NASpI.


Dal 1° maggio 2015 debutterà la NASpI (Nuova assicurazione sociale per l'impiego), un sostegno ai senza lavoro nato con il Jobs Act, la riforma del governo Renzi. Si tratta di un ammortizzatore sociale che sostituirà quelli attualmente in vigore, cioè l'Aspi e la Mini-Aspi, istituiti invece con la riforma Fornero del 2012. Cosa cambierà, per chi resta disoccupato? Nel dettaglio, una panoramica sulle novità...

Continua...



E` sanzionabile l'invio tardivo del certificato di infortunio richiesto dall'INAIL


Il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, con nota prot. n. 295 del 12 gennaio 2015, evidenzia come sia sanzionabile, ai sensi dell’articolo 53, comma 8, del DPR 1124/1965, il datore di lavoro che non ottemperi o che adempia tardivamente alle richieste di inoltro della certificazione da parte dell’Inail.

la nota ministeriale



Domanda di ricongiunzione in modalità telematica


L’Inps informa che è’ disponibile il servizio telematico di presentazione delle domande di Ricongiunzione :
•nel fondo pensioni lavoratori dipendenti dell’assicurazione generale obbligatoria
•nel Fondo quiescenza Poste e nel Fondo Dipendenti Ferrovie dello Stato S.p.A
•dei periodi assicurativi per i liberi professionisti
Pertanto dal 16.03.2015, la presentazione delle domande di ricongiunzione dovrà avvenire esclusivamente in via telematica. Le nostre sedi sono a disposizione per la compilazione della domanda.

Il provvedimento in gazzetta



Voucher per l’acquisto di servizi di baby-sitting


L’Inps ha provveduto all’emanazione delle istruzioni , con la circolare n. 169 del 16 dicembre 2014, relativamente alla corresponsione – per il biennio 2014-2015 – di voucher per l’acquisto di servizi di baby-sitting, oppure di un contributo per fare fronte agli oneri della rete pubblica dei servizi per l’infanzia o dei servizi privati accreditati in alternativa al congedo parentale .

Continua....




Novità in Contributi


In relazione ad un quesito pervenuto a questa Direzione Generale dalla Sede di Carrara si riporta la risposta fornita dai nostri consulenti centrali, Dott. Glassier e Prof. Cimaglia, relativo al caso di specie.

Continua...



Contributi in Spazio Editoriale


- Da assicurazione, a previdenza, ad assistenza: lento smottamento del welfare con l'esigenza di tenerne fuori l'assicurazione infortuni

- Riforma del contenzioso previdenziale e assistenziale. Di filtro in filtro, fino ad scoraggiare i bisognosi




Notiziario del Patronato Anmil Anno III - n. 12 del 10 aprile 2015


Indice:

1. Presentata alla Camera la bozza di decreto con le misure per la conciliazione di vita e di lavoro

2. Terzo settore – la Camera approva la delega sulla riforma

3. 730 precompilato: GdF accesso diretto alle dichiarazioni

4. Pubblicato nel sito dell’Agenzia delle Entrate la nuova guida

5. Servizio Civile Nazionale, integrazione Bandi 2015

6. Contributi affitto ad Arezzo

7. Pubblicato il Codice del Ministero della salute

8. Pass per disabili falso, per la Cassazione è ricettazione

9. Contratti rumeni, lo stop del Ministero

10. Astensione dal lavoro, legittimo se in azienda fa troppo freddo

Vai al Notiziario


Raccolta di Giurisprudenza – n. 1 del 2015


1) Criteri distintivi fra contratto a progetto e lavoro subordinato

2) Il diritto agli assegni per il nucleo familiare si trasmette agli eredi

3) Natura dell’impresa familiare

4) Infortunio sul lavoro e responsabilità del datore di lavoro

5) Il forfait straordinario è retribuzione fissa


Vai alla Raccolta completa





Questo sito non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001. Si informano gli utenti che alcune informazioni su questo sito sono state trovate su internet e liberamente riprodotte. Chiunque voglia rivalerne la paternità/maternità, può inviare un'email a:
info@patronato.anmil.it

 
 
Utilizziamo i cookie per le funzioni principali del nostro sito e per migliorare la vostra navigazione. Dichiara di accettare i cookie da questo sito?

EU Cookie Directive Module Information